01 apr 2015
aprile 1, 2015

Colorificio Gerosa è Color trainer

LogoColorDesignColorificio Gerosa aderisce al progetto Color Design di Lechler che, in collaborazione con Francesca Valan, industrial designer specializzata nella progettazione del colore, fornisce indicazioni, suggerimenti e informazioni tecniche che facilitano la selezione del colore e delle finiture. Il progetto si suddivide nei settori Decorative, Industry, Habitat, Automotive e Yachting.

Color Trainer Young Scuole

E’ molto importante per il benessere emotivo dei bambini comprendere gli spazi a loro dedicati. Con il colore si creano soglie e percorsi, si caratterizzano gli ambienti, si facilita l’ambientamento. Questa collezione di colori è studiata per permettere una corretta distribuzione del colore in tutti gli ambienti della scuola, dall’ingresso ai corridoi, dalle aule alla mensa. Comprende una gamma di 24 colori neutri e 42 colori più saturi articolate su 6 tinte base che sono yellow, orange, red, purple, blue e green e 7 neutri puri in scala di chiarezza. Nella matrice dei colori viene sempre indicato il valore di luminosità. Lo spazio visivo è importante come quello fisico: per questo suggeriamo di progettare schemi cromatici semplici che lascino al bambino il ruolo di protagonista. Il colore nelle scuole deve essere legato alla funzione dello spazio e alle attività che vi si svolgono. Si devono adottare criteri progettuali diversi per il colore degli asili, delle scuole materne e delle elementari, perché diversi sono gli ambienti e le attività svolte. Nei primi anni di vita si sviluppano notevolmente le capacità visive e cognitive dei bambini. Nei primi mesi i neonati colgono solo differenze di chiarezza, dai tre mesi iniziano a discriminare le tinte e solo dopo i dodici mesi vedono le differenze di saturazione. Anche la comprensione dello spaizo cambia con l’età: prima dei sei mesi è minima e il suo campo visivo limitato; fino a sei mesi l’esplorazione dello spazio è essenzialmente visiva. A nove mesi inizia l’esplorazione motoria e a un anno il bambino inizia a camminare. Crescendo, il bambino fruisce in maniera sempre più autonoma dello spazio: colori e contrasti lo aiutano ad orientarsi e ad ambientarsi.

All’asilo nido colori vivaci e forti contrasti facilitano l’orientamento e l’interpretazione dello spazio. Nella scuola materna colori poco saturi sono lo sfondo indicato per le attività ludico-didattiche. Nella scuola elementare vengono introdotti i colori neutri per favorire la concentrazione e lo studio. Dal gioco allo studio, dai colori saturi ai colori neutri: il colore cresce insieme al bambino e lo educa a leggere e interpretare lo spazio.

Color Trainer Young

COLOR TRAINER YOUNG è lo strumento che ti aiuta a scegliere il colore e il prodotto adatti per la cameretta o gli spazi gioco del tuo bambino. Non solo una selezione di colori, ma anche le regole di base per utilizzarli al meglio, con esempi fotografici e i consigli della Color Designer Francesca Valan. I bambini hanno esigenze visive diverse in base alla loro età: percepiscono solo alti contrasti e colori forti nei primi mesi, poi sono in grado di apprezzare anche colori a saturazione limitata. Con il colore si possono delimitare parti di stanze a loro dedicate, per esempio una stanza grande può essere suddivisa con il colore in una zona nanna e una zona gioco. E’ importante dimensionare questi spazi all’altezza del loro orizzonte visivo con la linea d’orizzonte; che sarà all’altezza del lettino, nel caso di bambini piccoli, o della porta, nel caso dei ragazzi. Se l’età lo consente, i bambini devono essere coinvolti nella scelta del colore della loro stanza.